Cooperativa Sociale San Pietro a Sollicciano

La Cooperativa Sociale San Pietro a Sollicciano a responsabilità limitata (di tipo A) ha lo scopo di perseguire l’interesse generale della comunità alla promozione umana e all’integrazione sociale di persone svantaggiate e, in particolare, con problemi di salute mentale ed è impegnata in servizi socio-assistenziali e educativi, nell’accoglienza e in percorsi di sostegno e riabilitazione.

Servizi

SRP LE QUERCE
Via di Ugnano 11, Firenze

La Struttura Residenziale Psichiatrica ‘Le Querce’, ha i seguenti scopi e obiettivi:

  1. assistere soggetti con disturbi mentali autori di reati, i quali possono avvantaggiarsi di un programma riabilitativo che sfrutti una coazione giudiziaria, evitando però l’internamento o la custodia in istituti di detenzione;
  2. dare una risposta terapeutica riabilitativa residenziale, transitoria e non penitenziaria, ai soggetti che non necessitano di livelli di custodia elevati o elevatissimi, ai fini di un graduale reinserimento nella comunità;
  3. la durata della permanenza in struttura è in relazione al raggiungimento degli obiettivi del programma terapeutico riabilitativo ed è al massimo di diciotto mesi.

La SRP ‘Le Querce’ accoglie pazienti psichiatrici autori di reato per i quali sia stata applicata una misura di sicurezza non detentiva, trattandosi di Struttura Intermedia. Il percorso terapeutico-riabilitativo è volto al graduale reinserimento nella società dei pazienti ospitati, che possono essere al massimo otto. In base al comportamento, alle capacità personali e al percorso previsto gli ospiti vengono stimolati a partecipare alle attività interne ed esterne organizzate dalla Struttura (effettuate con l’accompagnamento di operatori) e infine, se e quando possibile, vengono avviati eventuali progetti esterni personalizzati.
Centrale è la collaborazione fra strutture detentive, la ‘residenza’ e i servizi psichiatrici territoriali (circa una volta al mese è previsto che i membri dell’équipe territoriale partecipino a una riunione di verifica a ‘Le Querce’); alla Residenza fanno ingresso in prevalenza residenti dell’Area Vasta Toscana Centro); all’interno della residenza si realizza una sinergia terapeutico-riabilitativa tra servizio pubblico e privato sociale, che si traduce anche in livelli di responsabilità congiunta; La SRP ‘Le Querce’ è la prima residenza nata in Italia con questi scopi specifici, opera infatti in questo settore dal 2001.
La procedura di inserimento a ‘Le Querce’ prevede la segnalazione del caso da parte del soggetto inviante (mmg, dell’avvocato, familiare, psichiatra territoriale…).
Una volta stabilito che la soluzione residenziale possa essere ritenuta opportuna secondo la valutazione del Direttore Sanitario, dei medici psichiatri e del Coordinatore interno si procede alla valutazione del caso attraverso una o più visite al paziente nel luogo di internamento/detenzione o al domicilio. In caso di esito favorevole di tale valutazione il paziente viene inserito in una lista d’attesa. La gestione dei tempi di attesa nel caso della SRP Le Querce dipende sia dall’ordine cronologico di accettazione della richiesta di inserimento che dai tempi di dimissione dei pazienti inseriti. Tali tempi sono strettamente legati alla presenza di un piano di dimissione deciso dai Servizi Territoriali competenti. Le procedure di inserimento dell’ospite e dimissione sono subordinate inoltre dall’autorizzazione della Magistratura di Sorveglianza o al Tribunale Ordinario cui spetta poi il giudizio finale relativamente all’inserimento del paziente.
L’inserimento del paziente prevede il pagamento di una retta regolamentato da un accordo concordato con l’inviante.
Durante la visita di valutazione (che può essere anche ripetuta se opportuno) l’équipe interna si reca a fare colloqui conoscitivi e ad effettuare una valutazione congiunta durante la quale al paziente viene illustrato il progetto della struttura e il regolamento interno; è infatti centrale il coinvolgimento del paziente come parte attiva nel processo terapeutico della SRP Le Querce; ed è fondamentale la cooperazione con gli altri enti istituzionali che a vario titolo si occupano della presa in carico del paziente (OPG, Carcere, SPDC, altro).

SRP LA MERIDIANA
Via Roma 117 Scandicci

La Struttura Residenziale Psichiatrica “La Meridiana” accoglie persone provenienti da strutture comunitarie terapeutiche o dal territorio dell’Azienda Sanitaria di Firenze, assistite nell’ambito dei progetti terapeutici elaborati dalle Unità Funzionali per la Salute Mentale della stessa. L’obiettivo è quello di dare una risposta terapeutica riabilitativa, residenziale e transitoria, a soggetti con verificate competenze di autonomia personale e con potenzialità di reinserimento territoriale e di contribuire a costruire le condizioni per il reinserimento dell’ospite, al termine del percorso in struttura, in contesti nei quali si esplichi la maggiore autonomia possibile.
Il Programma Terapeutico (“Progetto Autonomie Riabilitazione Inclusione”) previsto per gli ospiti della “Meridiana” ha le seguenti caratteristiche generali:
nella risposta vengono introdotti e sfruttati la valutazione dell’idoneità dei pazienti da parte dell’equipe territoriale, la valutazione dell’equipe interna ed il Contratto Terapeutico (Consenso Informato, Regolamento Interno, Progetto Individuale) condiviso e sottoscritto dal paziente
vi è una stretta relazione negli obiettivi e nella pratica terapeutico-riabilitativa tra la struttura “La Meridiana” ed i servizi psichiatrici territoriali che inviano l’ospite
all’interno degli appartamenti si realizza una sinergia terapeutico-riabilitativa tra servizio pubblico e privato sociale, che si traduce anche in livelli di responsabilità congiunta
la responsabilità sanitaria della struttura è del Responsabile dell’equipe multiprofessionale Salute Mentale competente per il territorio di Scandicci, in cui la residenza è collocata, a norma della delibera GD n. 784 del 9 dicembre 2005 “Regolamento per le strutture residenziali e semiresidenziali della salute mentale”.

Servizio Abitare Supportato
Via Roma 117., Scandicci

La SRP La Meridiana dal 2015 ha visto ampliare il proprio ambito d’azione con l’acquisizione di un piccolo appartamento, sempre all’interno del medesimo complesso edilizio, per una fase successiva di maggiore autonomia dei propri pazienti. Tale progetto, chiamato “Abitare Supportato” è convenzionato con l’Azienda Usl Toscana Centro ed ospita 2 persone.

Servizio ad alta intensità psicologico riabilitativa Istituti di Pena di Firenze

Nell’anno 2016 la convenzione de “Le Querce” ha visto un ampliamento grazie all’assegnazione di un servizio aggiuntivo, da parte della ASL, all’interno del carcere di Sollicciano, con l’impiego di due educatori.
Si tratta di un servizio rivolto a detenuti con disturbi psichiatrici reclusi nel carcere di Sollicciano, e l’intervento è svolto sotto la supervisione degli psichiatri e psicologi della Asl che operano nel carcere stesso.
I servizi richiesti alla nostra cooperativa sono i seguenti:

  • Colloqui individuali per rilevare le condizioni personali e sociali del detenuto
  • Attività di autobiografia
  • Attività di socializzazione e occupazionale anche in forma di gruppo
  • Attività di supporto nelle procedure previdenziali e di tutela
  • Approvvigionamento di materiali di prima necessità (vestiario, igiene personale)
  • Intermediazione con l’Istituzione carceraria con la finalità di facilitare l’adattamento all’ambiente detentivo
  • Restituzione dei colloqui e delle conoscenze utili alla pianificazione degli interventi con i detenuti al Responsabile o ai membri dell’équipe e poi altri 7, fino al 31-03-2023. Questo servizio verrà inserito nel nuovo accreditamento delle Querce per garantirne la stabilità nei prossimi anni.
Certificazione Qualità ISO 9001:2015

La cooperativa ha conseguito nel mese di marzo 2016 la certificazione stessa ISO 9001:2008. I servizi certificati sono sia la SRP La Meridiana che la SRP Le Querce. Nel 2017 è stata effettuato un intenso lavoro per l’adeguamento della certificazione alla nuova norma Iso9001:2015. Il passaggio alla nuova norma è avvenuto nel mese di febbraio 2018. Nel 2023 è stata fatta l’audit di mantenimento della certificazione, con esito positivo

La Cooperativa sociale San Pietro a Sollicciano è dotata di una copertura assicurativa per la responsabilità civile verso terzi e i prestatori d’opera stipulata con Sara Assicurazioni , parametrata al proprio volume di affari e con un massimale di 5.000.000 di euro

Contatti

Via di Ugnano 11 – 50142 Firenze


Tel. – 055 7351130
Email – presidenza@cooperativasanpietro.it
PEC – coopsanpietro@arubapec.it